top
logo

logo_ats_vela

Codice Etico


CODICE ETICO IN FORMATO PDF

 

Il pedaggio

Calcolo pedaggio

Il pedaggio è l'importo che si paga per l'utilizzo dell'autostrada.

Come si calcola

I criteri per il calcolo dei pedaggi per la rete autostradale italiana sono stabiliti dalla specifica normativa di settore (leggi dello Stato e, negli anni più recenti, delibere del CIPE - Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), recepita nelle Convenzioni in essere fra le società concessionarie e l'Ente concedente ANAS.

Per ottenere l'importo da pagare il cliente deve moltiplicare la tariffa unitaria, per i km, considerando che oltre ai km tra casello e casello sono conteggiati, e ciò fin dalla data di apertura al traffico, i km degli svincoli, delle bretelle di adduzione e dei tratti autostradali liberi prima e dopo il casello che sono stati costruiti e sono gestiti dalla concessionaria.

All'importo così ottenuto si deve aggiungere l'IVA ed applicare l'arrotondamento, per eccesso o per difetto, ai 10 centesimi di euro.

Ulteriori approfondimenti sul calcolo del pedaggio

TARIFFA UNITARIA A km

La tariffa unitaria applicata dipende dai seguenti elementi:

·         Tipo di veicolo utilizzato (5 classi). Sulle tratte dell’Autostrada Torino-Savona e sulla quasi totalità delle altre Concessionarie la classificazione dei veicoli viene effettuata sulla base di elementi fisicamente misurabili quali:

·         la sagoma - cioè l'altezza del veicolo sulla perpendicolare dell'asse anteriore - per i veicoli a 2 assi (classi A, B)

·         il numero degli assi per i veicoli o convogli con più di due assi (classi 3, 4, 5).

·         Caratteristiche dei tratti autostradali percorsi(di pianura o di montagna). La tariffa unitaria tiene conto dei costi di costruzione, gestione e manutenzione delle tratte autostradali (è per questo che i tratti di montagna, ricchi di viadotti e di gallerie, costano di più).

·         Società concessionaria che gestisce la trattanel caso di percorsi che comprendano più società autostradali. In questo caso è necessario calcolare separatamente i chilometri e le tariffe unitarie di ognuna prima di applicare gli arrotondamenti.

ARROTONDAMENTI

L'arrotondamento è applicato in maniera automatica senza alcuna discrezionalità da parte dell’Autostrada Torino-Savonaed è disciplinato dal Decreto Interministeriale n. 10440/28/133 del 12 novembre 2001 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Il sistema di arrotondamento prevede che se il pedaggio dovuto presenta una cifra finale inferiore ai 5 centesimi di €, il pedaggio che paga l'utente è arrotondato ai 10 centesimi inferiori; se la cifra finale è uguale o superiore ai 5 centesimi il pedaggio per l'utente viene arrotondato ai 10 centesimi superiori. Quindi se ad esempio il pedaggio è pari a 1,13 € l'importo da pagare viene arrotondato a 1,10 €; se il pedaggio è pari a 1,16 € viene arrotondato a 1,20 €.

Va infine ricordato che esistono casi in cui il pedaggio è indipendente dai km percorsi e la tariffa applicata è fissa.
Si tratta delle tratte autostradali definite "SISTEMI APERTI" in cui il cliente non ritira il biglietto che permette di stabilire da dove si proviene e/o dove si è diretti. Il percorso effettivamente compiuto non si conosce, di conseguenza la

Le classi di pedaggio

Il pedaggio autostradale varia a seconda dell'altezza e del numero di assi del veicolo, secondo le seguenti classi:

2 ASSI

Classe A

altezza inferiore o uguale a 1,3m (misurata all'asse anteriore) (sono ammessi in autostrada solo gli scooter di cilindrata superiore ai 150cc)

Classe B

altezza superiore a 1,3m (misurata all'asse anteriore)

3 ASSI

Esempi di veicoli a 3 assi:

4 ASSI

Esempi di veicoli a 4 assi:

5 o piú ASSI

Esempi di veicoli a 5 o piú assi:

 

Modulo di richiesta fatturazione pedaggi

Per richiedere la fatturazione dei pedaggi, ai sensi di quanto espressamente indicato dal decreto ministeriale del 20 Luglio 1979 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale N. 201 del 20 Luglio 1979, è necessario, oltre a inviare gli originali delle ricevute di pagamento (scontrini), compilare i moduli di richiesta fatturazione pedaggi in tutte le loro parti.

La richiesta verrà evasa entro 90 giorni dal ricevimento della stessa
Il presente modulo, debitamente compilato, deve essere inviato a: Autostrada Torino-Savona S.p.A. Ufficio Pedaggi, Casella Postale 308 - 10024 Moncalieri.


agevolazioni_pendolari

-

logo_sias_vela

-


bottom
top

bottom

Autostrada Torino-Savona S.p.a. - P.IVA 00468430012 - c.c.i.a.a - TO - r.e.a. n. 272642 - laverdemare.it Copyright 2002-2014 © ats s.p.a.